domenica 18 maggio 2014

Giovani: solo il 25% rispetta le regole imposte dagli adulti

PISTOIA - 18 MAGGIO 2014 - Solo il 25% dei giovani rispetta le regole imposte dagli adulti, che a loro volta influenzano per l'88% le decisioni degli adolescenti, che ritengono i “grandi” aperti alle novità; sparisce quasi del tutto il dialogo-rapporto con zii e nonni, che il 25% degli under 18 li ritiene meno importanti di quanto avveniva in passato.  
È quanto emerge da una ricerca effettuata su un campione rappresentativo di studenti delle scuole superiori pistoiesi, realizzata nell'ambito dell'ottava edizione di “Dai un senso alla vita: rispettala!”, organizzata a Pistoia dall'Associazione nazionale sociologi e dal Dipartimento toscano dell'Ans. I dati, raccolti tramite un questionario, sono stati illustrati alla biblioteca San Giorgio di Pistoia nell'ambito del convegno “Generazioni a confronto. Incontro-scontro tra giovani e adulti”, a cui hanno partecipato il presidente del Dipartimento toscano Ans Giuliano Bruni, l'assessore all'università e politiche giovanili del Comune di Pistoia Elena Becheri, il presidente nazionale dell'Associazione nazionale sociologi Pietro Zocconali, i professori Andrea Spini e Filippo Bucciarelli (Università di Firenze), il professor Enrico Cheli (Università di Siena), Sergio Teglia (psicologo e psicoterapeuta dell'Asl 3 e la sociologa Emma Viviani, dirigente Ans Toscana. Il convegno ha rappresentato l'atto finale della manifestazione che ha preso il via ad aprile, con varie iniziative all'interno delle scuole pistoiesi, tra cui un concorso multimediale, un concorso giornalistico e un concorso artistico, i vincitori dei quali sono stati premiati al termine del convegno. Coinvolti nell’iniziativa i licei artistico, classico e delle scienze sociali, insieme all’Itc Pacini e all’istituto professionale Einaudi. Ecco il podio per la sezione giornalistica: Laura Civinini (che ha così conquistato la pubblicazione del suo articolo su La Nazione), Matteo Pasqual (IV C Petrocchi) e Benedetta Chirico (IV G Forteguerri-Vannucci); segnalati Mariangela D’Agostino, Alessia Cozzi ed Enrico Riccioni. Per il concorso multimediale, dal primo al terzo: Giacomo Mazzanti (Pacini), Carlo Brunelli (Petrocchi) e Alice Marassini (Pacini) ex aequo con Greta Plepi (Forteguerri-Vannucci); nella sezione cortometraggi ha vinto il gruppo composto da Lorenzo Bucciantini, Franco Ponzalli, Davide Castagnozzi e Valentina Belli (III B Petrocchi), segnalata Francesca Sensi (Einaudi). Concorso artistico: vincitore Francesco Ibba, secondo Zefir Orlacchio e terza Margherita Sabatini. I premi sono stati offerti da Feltrinelli e Panconi Urban Bike Pistoia.

lunedì 24 febbraio 2014

Musica: Mark Lanegan al Pistoia Blues

PISTOIA, 24 FEB 2014 - Mark Lanegan è il nuovo protagonista del cast della 35/a edizione del Pistoia Blues Festival che si terrà quest'estate nella città toscana tra il 10 ed il 17 luglio.
   Il cantautore statunitense si esibirà giovedì 10 luglio nella speciale location del Teatro Manzoni che per la prima volta accoglie un concerto del Pistoia Blues Festival. L'evento, unica data italiana annunciata dall'artista, è organizzato in collaborazione con l'Associazione Teatrale Pistoiese.

mercoledì 19 febbraio 2014

Arte: Pistoia, apre al pubblico per una sera S.Pier Maggiore

PISTOIA, 19 FEB - Una delle chiese più antiche di Pistoia, San Pier Maggiore, riapre i battenti in via straordinaria per una sera, venerdì 21 febbraio, alle ore 21, in occasione della presentazione del nuovo numero di Naturart, la rivista di arte, natura e turismo, edita dalla Giorgio Tesi Editrice, che proprio alla chiesa pistoiese di San Pier Maggiore dedica un ampio articolo. Per l'occasione è prevista una visita guidata gratuita. La rivista (bilingue, italiano e inglese) continua così nell'opera di ri-scoperta dei tesori d'arte, allo scopo di farli conoscere nel mondo.

Credito: stretta sui finanziamenti a Pistoia e Prato

PISTOIA-PRATO, 19 FEB - Prosegue la stretta sui finanziamenti concessi al sistema produttivo, anche se si intravedono tenui segnali di miglioramento sul credito oltre il breve termine. Lo dicono i dati  sull'andamento del credito a Pistoia e a Prato fino a ottobre 2013 elaborati dalle rispettive Confindustrie e illustrati stamani nel corso di una conferenza stampa a Pistoia. La diminuzione tendenziale dei finanziamenti accordati all'intero settore produttivo a Pistoia è stata del -6,4%, mentre a Prato ha raggiunto il -10,1%. Punte particolari di riduzione dell'accordato (-15,8% a Pistoia, -16,4% a Prato) sono state raggiunte nel settore delle costruzioni dove, come evidente indicatore di tensione tra domanda e offerta, si registra una  impennata della quota di utilizzo (+9,9 punti a Pistoia, + 10,8 punti a Prato).  La crescita degli importi in sofferenza nelle attività industriali è stata inferiore alla media italiana (+18,1%), in modo sensibile a Pistoia (+5,7%), in misura minore a Prato (+17,1%).

venerdì 20 dicembre 2013

AnsaldoBreda: appello congiunto a Napolitano da presidente della Provincia e sindaco di Pistoia

Una lettera a firma congiunta del presidente della Provincia di Pistoia, Federica Fratoni, e del sindaco, Samuele Bertinelli, indirizzata al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sulla questione Ansaldobreda, è
stata consegnata personalmente questa mattina dalla presidente Fratoni al Capo dello Stato, in occasione della visita al Quirinale di una delegazione di produttori del verde pistoiesi. "Nell'interesse del territorio pistoiese, toscano e nazionale - si legge nella lettera -, siamo a chiederLe di sollecitare in prima persona, con urgenza, un tavolo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri che consenta di individuare soluzioni che evitino la perdita di un segmento rilevante del patrimonio produttivo nazionale".    La presidente Fratoni ha potuto scambiare un breve dialogo con il presidente della Repubblica, descrivendo la crescente  preoccupazione del territorio riguardo il futuro dello stabilimento pistoiese, fortemente legato alle scelte strategiche nazionali in materia di trasporti ferroviari.  Fratoni ha sottolineato che se da un lato le indicazioni del presidente del Consiglio, Enrico Letta, rassicurano rispetto all'impegno strategico del governo con la costituzione del polo nazionale dei trasporti, dall'altro la direzione che emerge dalle dichiarazioni quotidiane e dagli atti concreti messi in campo da Finmeccanica desta forte apprensione prefigurando lo smantellamento del settore civile dell'azienda.