giovedì 20 ottobre 2016

«La cultura ci rende umani» è il tema di «Pistoia-Dialoghi' 2017»

Il festival di antropologia del contemporaneo "Pistoia - Dialoghi sull'uomo", che nel 2016 ha registrato circa 20.000 presenze, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dal Comune di Pistoia, ideato e diretto da Giulia Cogoli, sceglie come tema per il 2017 "La cultura ci rende umani. Movimenti, diversità e scambi". La tematica proposta richiama la nomina per il 2017 di Pistoia capitale italiana della cultura, una responsabilità che il festival affronterà con un ricco programma nella sua ottava edizione dal 26 al 28 maggio 2017.     Sul tema dell'edizione 2017 è stata istituita dalla Fondazione CrPt una Borsa di ricerca under 35 per il miglior saggio scientifico. L'elaborato dovrà rispondere alla domanda: quali sono, nella contemporaneità, gli esiti delle molteplici collisioni, convergenze, confluenze tra le culture (intese in senso antropologico) e la cultura (intesa in senso classico) che ci circonda? I brevi saggi (inediti, massimo 15.000 battute bibliografia inclusa), devono essere inviati entro il 30 marzo 2017 a
direzione@dialoghisulluomo.it.     La giuria che selezionerà il vincitore è composta dagli antropologi: Marco Aime dell'Università di Genova, Adriano Favole dell'Università di Torino; Emanuela Rossi dell'Università di Firenze; Stefano Allovio dell'Università Statale di Milano; Luca Iozzelli, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, e dalla direttrice dei Dialoghi Giulia Cogoli. Il vincitore, che riceverà una borsa di studio di 1.000 euro, sarà anche ospite del festival e il suo saggio sarà pubblicato nella collana "Dialoghi sull'uomo" edita da Utet. 

Restauri: al via i lavori per il 'Miracolo' di Marino Marini

Il 'Miracolo', una delle opere più importanti e significative di Marino Marini è stata prelevata stamani dall'atrio del Palazzo Comunale di Pistoia e trasferita nel laboratorio Salvadori Arte, per il restauro conservativo, che durerà circa due mesi ed avrà un costo di 10mila euro, interamente finanziato dal Rotary Club Pistoia-Montecatini Terme 'Marino Marini'. Si tratta, è stato spiegato, di un intervento molto significativo che rappresenta una tappa di avvicinamento al 2017, anno nel quale Pistoia sarà Capitale italiana della cultura.    L'opera in bronzo, conservata nell'atrio del Palazzo comunale dal 1979, ha necessità di un restauro poiché esposta da oltre trent'anni agli agenti atmosferici. La scultura monumentale in bronzo, realizzata negli anni 1953/54, ritrae un cavallo nell'atto di disarcionare il cavaliere dopo essersi imbizzarrito per un evento improvviso ed è stata donata alla città da Marino Marini nel 1975. L'autore andava particolarmente orgoglioso di quest'opera che, per qualche tempo, è stata esposta in piazza del Duomo.     Il 'Miracolo' fa parte di un nucleo di opere (oltre un centinaio) che Marino Marini volle donare al Comune di Pistoia e che andò a costituire, nel 1976, il Centro di Documentazione dell'opera di Marino Marini, istituito nelle sale Affrescate del Palazzo Comunale.

domenica 2 ottobre 2016

Rio 2016, il 4 ottobre premiazione di atleti e tecnici toscani

La Toscana protagonista a Rio 2016 premiata a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze martedì prossimo, 4 ottobre, alle ore 14. Con le sue 11 medaglie, 8 individuali e 3 a squadre, di cui 4 ori, 4 argenti e 3 bronzi, la Toscana è risultata tra le più vincenti, seconda soltanto al Lazio.
La Regione ha organizzato una cerimonia di premiazione di atleti e tecnici che hanno preso parte ai Giochi estivi di Rio de Janeiro, olimpiadi e paralimpiadi. La consegna dei premi avverrà in Sala Pegaso e ci saranno, fra gli altri, il plurimedagliato Niccolò Campriani, le medaglie d'oro Diana Bacosi e Gabriele Rossetti e le medaglie d'argento Marco Innocenti, Rachele Bruni e Simone Buti.
A consegnare i riconoscimenti il presidente della Regione Enrico Rossi, l'assessore allo sport Stefania Saccardi, il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, i presidenti del CONI Toscana Salvatore Sanzo, del Comitato Toscano del CIP Massimo Porciani, dell'Unione Stampa Sportiva Italiana (USSI) Gruppo Toscano Giornalisti Sportivi Franco Morabito.

martedì 20 settembre 2016

Alimentare: Toscana a Salone gusto con meglio sue produzioni

FIRENZE, 20 SET - Circa cinquanta espositori in rappresentanza di alcune delle migliori produzioni agroalimentari della nostra regione, una App e un programma di tre degustazioni per immergersi in un museo virtuale, dove i prodotti Dop, Igp e i presidi Slow food sono rappresentati come se fossero delle opere d'arte, spiegandone la storia, le origini e abbinando a percorsi gastronomici e turistici. Sono alcune delle novità con le quali la Regione Toscana partecipa al Salone del gusto, la grande kermesse dedicata al cibo organizzata da Slow Food che si tiene ogni due anni a Torino, in programma dal 22 al 26 settembre. La presenza della Regione è stata presentata oggi a Firenze dall'assessore toscano all'agricoltura Marco Remaschi, insieme, tra gli altri, al vicepresidente di Slow Food Toscana Massimo Bernacchini. Tra le varie iniziative, il 23 settembre, nel Castello del Valentino di Torino, si terrà il convegno 'La Toscana: eccellenze, innovazione e legalità' alla presenza di Remaschi, del presidente di Slow Food Toscana Raffella Grana, e del presidente della commissione agricoltura della Camera Luca Sani. "A un anno da Expo, la Toscana torna ad essere presente a questa importantissima iniziativa forte anche della grande collaborazione con Slow Food, che sappiamo avere una grande capacità di penetrazione - ha commentato Remaschi -. Queste sono realtà dove la Toscana deve essere sempre presente con le sue buone pratiche tra cui voglio sottolineare la legalità e la tracciabilità dei suoi prodotti, a tutela di tutti quegli imprenditori, e sono tantissimi, che fanno la differenza proprio con la qualità e la sicurezza alimentare". La Toscana, ha proseguito l'assessore, "è presente a Torino con il coinvolgimento del territorio, dei suoi produttori, per evidenziare tutto ciò che stiamo mettendo in campo per valorizzare le eccellenze in modo che rappresentino le identità territoriali e i processi legati alla biodiversità, in una crescita complessiva del nostro sistema".

sabato 17 settembre 2016

Pistoia capitale cultura, anteprima Blues festival con John Mayall

Per l'anno di Pistoia capitale italiana della Cultura (2017), il blues invade la città anche in inverno. Il prossimo 23 febbraio arriverà infatti al teatro Manzoni, per un appuntamento invernale, il padre putativo del rock-blues britannico: John Mayall. L'ottantaquattrenne polistrumentista farà due sole apparizioni in Italia, proprio nelle due città - Mantova e Pistoia - nominate capitali della cultura per gli anni 2016 e 2017. "Il concerto di John Mayall a Pistoia sarà una prima tappa di avvicinamento al festival blues del luglio 2017 e una degna anteprima del calendario musicale estivo dell'anno di Pistoia capitale della cultura", spiegano gli organizzatori.